Storie e Racconti

L’Omino della sabbia

Alma Rosé Associazione culturale in “L’Omino della sabbia”
Con Elena Lolli e Annabella Di Costanzo

Per trecentosessantacinque giorni all’anno, con la pioggia o il bel tempo, un curioso omino va a trovare piccoli e grandi per farli addormentare. Entra nelle case, si avvicina leggero leggero e svelto posa sugli occhi minuscoli granelli di sabbia speciale che fanno chiudere le palpebre e cadere nel sonno più profondo. Ma non sarà mica facile centrare ogni volta gli occhi con la sabbia e non sbagliare mai. E’ per questo che ogni sera il nostro omino, prima di mettersi in viaggio, fa alcuni esercizi di riscaldamento, poi dà un’occhiata alla cartina del mondo per decidere dove andare, carica la pendola all’ora della partenza e, quando questa suona, inizia il conto alla rovescia. Cinque... quattro… tre... due… uno... via! Partendo da un Polo sfreccia intorno al mondo, su città e deserti, paesi, villaggi, insomma su tutti i posti del mondo, senza dimenticarsi di nessuno e fermandosi ogni tanto a godersi il meraviglioso spettacolo dei bambini che dormono.

 

blur gradient box
Dove e Quando
Verdello - Parco della Villa Comunale
Mer, 02/06/2010 15:30